Crediti

print this page

Ideazione

Antonella De Robbio

 

Realizzazione

Antonella De Robbio, Alessandra Pedrina, Ambra Sponchiado

 

Assistenza tecnica

Lorisa Andreoli, Gianluca Drago

 

Digitalizzazione

Renata Griggio, Emanuele Lanzani, Rocco Rigillo, Luciana Scotton, Valeria Semenzato, Ambra Sponchiado e i volontari del servizio civile

 

Fotografie

Michele Magon: fotografie di casa Nalin, la biblioteca di Enrico Catellani
Giovanni De Rosa: riproduzione delle fotografie dell'interno dell'abitazione Catellani e del frontespizio della tesi di laurea

 

Contributi per la pagina di presentazione

Mirko Sossai

 

Gestione Phaidra

Centro di Ateneo per le Biblioteche.
Per la gestione e lo sviluppo di Phaidra: Lorisa Andreoli, Yuri Carrer, Giulio Turetta, Lucio Ton, Giorgio Osti

 

Si ringraziano:

L'Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti di Venezia per la gentile concessione del ritratto di Enrico Catellani esposto nella Home.

Giovanni De Rosa per le riproduzioni fotografiche di gran parte della documentazione d'archivio presa in esame per la preliminare attività di ricostruzione storica.

La famiglia Nalin per aver permesso di visitare la dimora che fu di Enrico Catellani e Lina Bahy, e per aver concesso l'esposizione delle fotografie del palazzo.

Silvia Giacomazzi per il supporto ad Antonella De Robbio e per la prima sistemazione dei dati raccolti.

Francesca Magagna per l'aiuto nelle ricerche d'archivio, per il riordino della biblioteca fisica dei volumi ora conservati alla sezione di Diritto Internazionale e soprattutto per aver creduto  fortemente in questo progetto.

Dario Maguolo per le ricerche archivistiche presso l'Università Cà Foscari Venezia.

Remigio Pegoraro e Donka Todorova per le ricerche documentarie e fotografiche presso l'Archivio storico dell'Università degli Studi di Padova.

Valeria Semenzato per la segnalazione di due opuscoli con dediche a Enrico Catellani e per il felice intuito nel riconoscimento di una cinquecentina appartenuta a Enrico Catellani.



Sito realizzato con il software open source MOVIO.

 
Il progetto MOVIO è coordinato dall'Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle biblioteche italiane (ICCU)